Un caffè con… Giulia ed Elena Sella – Creative designers

Giulia ed Elena sono le founder di DesignByGemini, noto studio creativo milanese. Sono specializzate in allestimenti, visual merchandising, retail e progetti pop up con particolare attenzione allo sviluppo di contenuti promozionali sui social media.

Questa combinazione rende possibile la realizzazione di progetti e collaborazioni con mostre internazionali di arte e design e progetti nel mondo degli eventi e della moda.

Nel tempo di un caffè siamo riusciti a scoprire tante curiosità su di loro!


Creativity takes courage!

Giulia ed Elena Sella

1 – La dualità dell’universo crea la perfezione: cielo e terra, lo Yin e lo Yang, positivo e negativo, anima e corpo. Nella vostra dualità chi è da un lato e chi dall’altro nella creazione dei vostri progetti e perché?

La nostra fortuna, pur avendo caretteri diversi, sta nell’avere la stessa visione finale, proprio come il cerchio di perfetta armonia formato dallo Yin e lo Yang, due energie necessarie che si completano a vicenda.

Nella definizione del concept, per noi la parte più importante, solitamente lavoriamo insieme “unendo i puntini”, suggestioni, interpretazioni, con un confronto costante.
Una volta definite il moodboard e l’idea, per lo sviluppo del progetto c’e’ una sorta di selezione naturale: Giulia si concentra sugli aspetti piu’ pratici ed esecutivi mentre Elena sugli aspetti legati alla comunicazione, entrambi essenziali per avere una buona riuscita del progetto. Una divisione che avviene in modo spontanea, forse dovuta anche dalle nostre attidutini e reciproche esperienze: Giulia New York ed Elena a San Paolo, efficenza e creatività al 100% 


2 – Cosa vi ha fatto capire che le vostre carriere dovevano unirsi?

Possiamo dire che DesignByGemini è nato come un sogno, quello di lavorare insieme e di poterci realizzare professionalmente seguendo le nostre passioni: un’obiettivo che avevamo da anni e che abbiamo deciso di intrapendere al momento per noi “giusto”, con alla base tanto impegno e ambizione.
Avevamo l’idea di fare un progetto comune fin dall’università, ma sapevamo che prima era giusto specializzarsi e fare ognuna le proprie esperienze di studio e lavorative.

Siamo entrambe laureate al Politecnico di Milano ma in due facoltà e sedi diverse, interior design e architettura. Poi è arrivato il momento dell’esperienza all’estero, per noi essenziale per allargare i nostri orizzonti conoscitivi e reciproche esperienze. E mentre eravamo distanti, Giulia a New York ed Elena a San Paolo, è nato il bisogno di buttare il primo tassello di quell ache è stato l’unione delle nostre carriere.

DesignByGemini è nato per sentirci più vicine, ma soprattutto per iniziare a fare un primo passo verso il nostro sogno di lavorare insieme. Entrambe stavamo lavorando a tempo pieno per altre realtà, ma nel tempo libero eravamo sempre alla ricerca dei nuovi trend e in giro per gallerie, mostre ed eventi. Per questo abbiamo deciso di aprire un sito e account Instagram dove condividere le nostre continue ricerche ed esperienze legate al design e all’arte in giro per il mondo. 
Da li sono iniziate le prime richieste di collaborazione, e soprattutto abbiamo inziato a delineare il nostro stile. A Settembre 2015 abbiamo deciso di tornare a Milano e di iniziare ad integrare DesignByGemini con la parte di progettazione che è il nostro vero main focus e professione, e da lì si è evoluto il tutto! 


3 – Tutti i vostri progetti sono “unici” e riescono a far sentire le persone parte dell’installazione. Come ci riuscite tutte le volte?

Durante la fase di concept dei nostri progetti pensiamo già all’impatto che possa avere il progetto sia live che on-line, in termini di experience e di messaggio, per cui le persone sono già parte del progetto ancor prima che sia realizzato! 

L’aspetto più importante nei nostri progetti è che non ci fermiamo all’estetica, ma pensiamo principalmente all’experience: da qui oggetti con cui interagire, spazi che prendono vita con i visitatori e che ognuno può interpretare e farli propri.
Cerchiamo sempre di tradurre l’idea con un concept dal forte impatto e non convenzionale, andando poi a “giocare” con colori, texture, materiali e accessori. Capiamo che è quella giusta quando in primis siamo soddisfatte ed emozionate all’idea di realizzarla.

La riuscita dei nostri progetti è la condivisione e il forte ritorno di comunicazione che si crea, ma soprattutto l’entusiasmo e il divertimento delle persone che lo visitano.


4 – C’è un progetto al quale avete lavorato che vi è rimasto nel cuore?

Sicuramente la Millennial Pink Room, il progetto realizzato nelle vetrine di SuperstudioPiu’ durante il Fuorisalone ’18.

E’ stato un vero e propio successo, con migliaia di visitatori e soprattutto un ritorno online incredibile. Il progetto era stato pensato come “esperimento digital”, prendendo un trend estetico, il Millennial Pink, e rendendolo protagonista del progetto.

Per noi l’emozione più grande è stato vedere, in pratica fin da subito, le persone incuriosite, che si divertivano, che interagivano nello spazio condividendo la propria esperienza.

E’ un progetto che, grazie al riscontro online e pubblicazioni, ci ha dato moltissima visibilità: oltre ai migliaia di sharings, che riceviamo ancora ad oggi, è stata super pubblicata, da Design Boom alla rivista Traveller, finendo anche in alta quota su tutti gli EasyJest del mondo 🙂


5 – Se aveste un super potere, quale sarebbe e come lo utilizzereste sul vostro lavoro?

Il nostro potere sarebbe poter realizzare i nostri concept senza problemi di dimensioni, tempi e budget, semplicemente con uno schiocco di dita!

Ci immaginiamo grattacieli, stazioni, centri commerciali, totalemente rivoluzionati, pensati per stupire e per mettere al centro l’experience dei visitatori. Vorremmo poter rendere gli spazi piu colorati, divertenti e interattivi in pochi secondi… un potere che useremmo senza freni!


Credits 
Intervistatore: Sara Fuoco 
Instagram: @sarafuoco 

Intervistate: Giulia ed Elena Sella di DesignByGemini
Instagram: @designbygemini

Illustrazione di: Carlotta Egidi 
Instagram: @carlottaegidi89

Similar Posts