Un caffè con… Alessandra Ianzito – PR & Event Manager

Alessandra si definisce Strategic Thinker e Connector. 
Nasce a Monza e si laurea presso la Facoltà di Economia dell’Università Cattolica di Milano con specializzazione in marketing e comunicazione d’azienda. La passione per il proprio lavoro la tramanda ai più giovani, insegnando presso i master dell’Istituto Marangoni di Milano. 
Dopo una maturata esperienza di oltre vent’anni nell’organizzazione dei grandi eventi e nel fashion system nelle città di Milano e Roma, ha impostato la sua agenzia sugli elementi della dinamicità organizzativa, legata, non solo all’aspetto logistico, ma anche alle strategie d’immagine e di pubbliche relazioni nel settore del lusso.

Esperta nelle brand activations e retail experiences, crede nel team building e nel fare sistema con i colleghi del settore.

Preparate un buon caffè e buona lettura.


Good Vibes Only, un po’ il Dress Code della Vita …

Alessandra Ianzito

1 – Com’è iniziata la tua carriera e cosa ti ha fatto innamorare del mondo degli eventi?

Ho sempre seguito con grande entusiasmo e partecipazione il mondo della moda sin da quando ero bambina. Una passione tramandata dalla mamma.
I miei primi passi negli eventi è iniziata con le sfilate seguendo le Top Model icone degli anni ’90  e il sogno di diventare come loro… ma poi mi sono resa conto che la mia vera indole era  il così detto “backstage” e tutta l’adrenalina dell’organizzazione del dietro le quinte. 

Sicuramente per la mia generazione la moda degli Anni ’90 e i protagonisti di allora sono stati d’ispirazione per me ma anche per la carriera di tante ragazze di quel periodo. Così come sta accadendo oggi con le nuove professioni del digitale e con le influencer. 


2- Dopo quindici anni di esperienza nell’organizzazione di eventi, hai aperto la tua agenzia. Raccontaci il primo evento a cui hai lavorato con “Alessandra Ianzito Pr & Events”.

Siamo quasi a venti… se ci penso mi sembra ieri. 
Da oltre 10 ho la mia agenzia e sicuramente non dimenticherò mai la spettacolarizzazione di un evento di un importante brand di gioielli che fu realizzato a Palazzo Reale. Sembrava di vivere in un sogno, dall’allestimento, al catering, alle celebrities internazionali presenti… era tutto magico. Un evento da un budget esorbitante. 
Con la mia agenzia curai tutta la parte delle PR e inviti di quella sera.
Dress Code: rigorosamente total white per tutti gli ospiti!


3 – Sei nata e cresciuta a Milano. Quanto, questa città, ti ha ispirata e ti ispira tutti i giorni nel tuo lavoro?

Milano è energia, è creatività, è operatività, concretezza.
Una città che da molto e per questo è la mia carica, mi ispira da ogni punto di vista: dagli imprenditori e professionisti che la fanno grande, allo stile che la veste, alla cultura e le iniziative che la vedono protagonista. Sono orgogliosa di essere Milanese e di essere italiana. Ho avuto modo di vivere una lunga esperienza della mia carriera anche in un’altra città del mio cuore, dove ho mosso i primi passi nei grandi eventi e per me in questo è stata come una “mamma”: Roma, la nostra Capitale. 
Tutte le città italiane sono fonte di grande ispirazione non solo per noi italiani…


4 – Molte ragazze sognano di fare il tuo lavoro o lavorare in un’agenzia come la tua. Quali consigli daresti a chi vorrebbe iniziare un percorso lavorativo come il tuo?

Di fare, fare e fare tanta gavetta.
Fare tanta ricerca , leggere , studiare, osservare con molta umiltà. Quello che dico sempre anche ai miei studenti dell’Istituto Marangoni, dove insegno ai Master: siate curiosi! Non fermatevi in superficie, andate sempre a fondo, guardate tutti gli aspetti e analizzate i dettagli…

La moda, la comunicazione e gli eventi sono mondi dove non puoi arrivare impreparato, ci vuole passione, costanza e tanta devozione soprattutto se si vuole essere numeri 1. 


5 – Se avessi un super potere, quale sarebbe e come lo utilizzeresti sul tuo lavoro?

Sicuramente ripoterei la produzione del Made In Italy totalmente in Italia con un effetto “reshoring “ immediato abbattendo burocrazie: tasse legate all’impiego del personale e tutte le barriere così da poter ripartire dagli artigiani, dalle piccole medie imprese in modo da creare più posti di lavoro e opportunità per tutti nel nostro settore.
Questo sarebbe proprio un super potere!!!


Credits    
Intervistatore: Sara Fuoco    
Instagram: @sarafuoco    

Intervistato: Alessandra Ianzito
LinkedIn: Alessandra Ianzito Pr& Events 
Instagram: @alessandraianzitoprevents - @aleianzito 

Illustrazione di: Carlotta Egidi   
Instagram: @carlottaegidi89

Similar Posts