Rockin’1000, la rock band più grande al mondo lancia una campagna di crowdfunding. Obiettivo super tour e sviluppo della community

Parliamo della rock band più grande del mondo, famosa per aver riunito 1000 musicisti che suonano all’unisono Learn to Fly” dei Foo Fighters e aver raggiunto, con il video della performance, oltre 58 milioni di visualizzazioni su YouTube.

Rockin’1000 lancia una raccolta fondi per organizzare il tour mondiale e potenziare la piattaforma dedicata agli artisti, obiettivo: un milione di euro.

La campagna, si concluderà il 31 gennaio 2022, sarà aperta sia alla community della rock band, che attualmente conta 26.000 musicisti e appassionati di musica in tutto il mondo, che agli investitori interessati a un progetto nato da un evento che ha portato alla creazione di una enorme community internazionale e si è trasformato in una PMI innovativa, e oggi anche in una Società Benefit, che opera in un settore tra i più effervescenti.

I fondi raccolti serviranno per sostenere una crescita che si basa su tre assi strategici: consolidamento della parte musicalepotenziamento tecnologico della piattaforma, sviluppo della community e suo engagement.


Concluso l’exploit del 2015 abbiamo deciso di non fermarci, ma per continuare era necessario cambiare e cercare un modello che rendesse l’avventura di Rockin’1000 economicamente sostenibile: questo modello l’abbiamo trovato. Abbiamo iniziato a produrre concerti, vendendo biglietti e suonando dal vivo. Ci siamo esibiti in Italia e all’estero raggiungendo complessivamente oltre 200.000 spettatori. La nostra community è oggi presente in 138 paesi e vanta iniziative e collaborazioni in tutto il mondo. Oggi il nostro progetto è diventato una PMI innovativa e siamo pronti a fare il grande salto, vogliamo suonare sempre di più all’estero e riunire la più grande community di musicisti. Per sostenere gli investimenti necessari abbiamo deciso di aprire il nostro capitale e lanciare un equity crowdfunding, per dare la possibilità alla nostra community di partecipare anche a livello societario, e per accogliere i nostri fan, oltre che piccoli e grandi investitori che credono nel nostro potenziale. Perché la musica è di tutti, così come vuole essere Rockin’1000.

ha dichiarato Fabio Zaffagnini, ex geologo marino e ora CEO di Rockin’1000.

Il core business di Rockin’1000 rimarrà fare musica. Nei prossimi anni la parte musicale verrà ampliata, perfezionando lo show e potenziando le strategie di distribuzione. In questo modo la società di Cesena riuscirà a fare un numero di live più elevato non solo in Italia ma anche all’estero. L’obiettivo è un tour che tocchi i 4 continenti, moltiplicando esponenzialmente i partecipanti della community (sono previsti oltre 10 show nel 2022, per arrivare ad una ventina nel 2024), ma anche quello di incidere un disco con brani inediti. Parallelamente allo sviluppo della parte musicale la società lavorerà anche al potenziamento tecnologico della piattaforma e relativa app per sostenere la crescita attesa della community, che oggi conta 26.000 musicisti e appassionati di musica e si stima possa arrivare nel 2024 a ben 450.000 componenti. L’implementazione della piattaforma permetterà infine di sostenere delle nuove linee di business che Rockin’1000 sta già strutturando a seguito delle richieste della community, e che prevedono la nascita di nuove funzionalità che andranno ad aumentare l’engagement dei musicisti (chat, formazione, tutoring, ricerca band, etc.), nuove occasioni di incontro che vanno oltre gli show, come le Reunion e i “Rockin’1000 Party”, la possibilità di far diventare la piattaforma un luogo in cui anche altri player, in linea con i valori del progetto, potranno promuovere il proprio brand e le proprie iniziative, coinvolgendo i musicisti.

La piattaforma sarà inoltre anche un canale per la produzione e vendita di merchandising in edizione limitata.

La crescita della società passa anche attraverso l’ampliamento dell’organico che ad oggi conta circa 15 persone. In prima linea ci sono i soci Fabio Zaffagnini, Ceo della società, Claudia Spadoni, Direttore Generale ed Executive Producer, Martina Pieri, Marketing Manager, Maria Grazia Canu, Media Relations and PR e Cisko Ridolfi, Presidente e Responsabile Amministrativo, a cui si uniscono altre 10 persone che si occupano degli aspetti legali, della gestione della community, di tutta la parte di comunicazione e social, grafica e consulenza musicale. A questa squadra si sono aggiunti recentemente anche Michele Telaro in qualità di Chief of Strategy Development e Tommaso Speroni come CTO. A loro si affiancheranno infine anche altre professionalità specializzate nella promozione dei concerti nel mondo e nello sviluppo della piattaforma.

Similar Posts